La conservativa è quella disciplina che come dice la stessa parola ha il compito di conservare ed inoltre di ripristinare un dente che è andato compromesso. Le cause che possono danneggiare un dente possono essere molteplici, ma quella che normalmente provoca la distruzione parziale o totale del dente è una malattia alla quale siamo tutti soggetti sin dalla nascita che è la carie.

La Carie dentale è una patologia che provoca una progressiva e graduale distruzione dei tessuti duri del dente: conosciuti comunemente col nome di smalto e dentina. Tale demineralizzazione delle strutture dentarie è  dovuta alla produzione di metaboliti acidi da parte di alcuni microrganismi, che spesso sono normali microrganismi saprofiti del cavo orale di ogni paziente.

Tali microrganismi come quelli rappresentati in figura, evidenziati mediate una foto a fortissimo ingrandimento, provocano in un arco di tempo variabile da paziente a paziente alla distruzione del dente e al manifestarsi di quella malattia che indichiamo comunemente col nome di carie

La evidente distruzione dell’elemento dentario come chiaramente si evince in figura provoca una immediata perdita della funzione del singolo dente oltre che una spiacevole sensazione dolorosa che rappresenta spesso il motivo per cui il paziente si sottopone ad una visita di controllo presso il proprio dentista. Sembra impossibile che in una società tecnologicamente evoluta come quella alla quale apparteniamo ricca di stimoli e messaggi educativi, il 90% delle persone attenda che la comparsa di un fastidio o peggio che il fastidio divenga dolore prima di affrontare l’idea di sottoporre la propria bocca ad una visita e ad un trattamento mirato. In una sola parola assenza di Prevenzione.  

Una radiografia inoltre ci consente di valutare l’entità del danno e di mettere in atto un programma riabilitativo che si basa sulla conoscenza precisa di: Tecniche – Materiali – Protocolli Operativi che consentono al dentista che si occupa della “Conservativa Dentale” di riabilitare il dente in esame in modo ottimale. 

È necessario che venga  ripristinata la forma iniziale   del dente in modo da consentire la sua piena funzione: che è quella di triturare il cibo, infatti se il dente venisse ripristinato con una superficie totalmente piatta il cibo verrebbe solamente schiacciato e non triturato come normalmente avviene.

È necessario che vi sia il rispetto dell’Estetica Dentaria cercando di fornire una ricostruzione che si mimetizzi con il colore delle strutture dentarie non rendendosi visibile all’osservazione diretta del dente oggetto della ricostruzione. 

l caso in esame offre la possibilità di esprime un approccio multidisciplinare che va dalla Parodontologia alla Endodonzia fino alla Conservativa per il ripristino del dente.

  1. Valutazione iniziale dello stato di distruzione
  2. Ripristino della salute dell’Endodonto ed iniziale Ricostruzione
  3. Ricostruzione Estetica e Funzionale

 

Estetica Dentale

Casi Clinici eseguiti allo Studio dal Dott. Rao Genovese Frances

 

Ricostruzione di un incisivo superiore di destra:

Prima

 

Dopo

 

Si noti la naturalezza e l’integrazione estetica del materiale composito

Caso clinico 2: Intarsio su primo molare, rifacimento superficie occlusale

 

Prima

 

Dopo

 

Caso Clinico 3 : Episodio traumatico che ha causato la frattura dell’incisivo superiore di destra.

È compito del  dentista che si occupa di conservativa provvedere al suo recupero.

 

Prima

 

 

Dopo